INFOPOINT TURISMO ENNA














     



Distanza su strada da Enna 32,6 Km.

Il primo nucleo abitato nacque, a ridosso del fiume Salso, intorno ad una fortificazione ad opera dei Sicani, circa 5000 anni fa. Durante il periodo greco ebbe nome Caulonia, secondo il geografo greco Strabone (I sec. a.C.) dalla Caulonia calabra.

Lo storico della Sicilia musulmana Michele Amari (1803-1877) attesta poi che il nome del sito in epoca araba fu AGARAL MATQUB, pietra perciata la sua traduzione in epoca normanna.

E' con la baronia dei Branciforte e dei Barresi che si ha il massimo splendore e il castello che si erge sulla vetta del monte diviene sede di una piccola corte rinascimentale dove si coltiva arte, scienza e politica. Risale al 1308 la costruzione della chiesa Madre o S.M. Maggiore al cui interno sono custoditi i sarcofagi del Principe Barresi e della sorella; di notevole interesse la Pala d'altare di Filippo Paladini (1544-1614).

La zona comprende circa 50 siti archeologici, tra cui un'insolita costruzione in pietra calcarea di 12 m di altezza, la cui sommitÓ si raggiunge attraverso quattro rampe di scale, forse sede di antichi culti del sole di epoca sicana. Notevole l'architettura del Castello e del Palazzo del Governatore dal maestoso portale gotico.

L’artigianato Ŕ fiorente per ferro battuto, ceramica e ricami, cosý come la produzione di cereali, mandorle, pistacchi e uva.